Vai a ballare, va’

Giovane ragazza molto yeahpartygheddaun, ieri, : "Sto facendo un cd per la Poppy (nomignolo fittizio), ci ho messo dentro la nuova canzone di Caparezza, quella che fa (inizia a canticchiare sorridendo e scuotendo la testa) Voglio andare in Puglia, Puglia Puglia (le ripetizioni di "Puglia" sono sinistramente simili ai "Fibra" del famoso singolo di Fabri Fibra)".
Ho sentito come un brivido lungo la schiena.

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

20 commenti

  1. anonimo

     /  agosto 6, 2008

    Povero Caparezza!

    “Nella zona / spacciano la morìa più buona. / C’è chi ha fumato i veleni all’ENI, / chi ha lavorato ed è andato in coma. / Fuma perfino il Gargano / con tutte quelle foreste accese. / Turista, tu balli tu canti / io conto i defunti di questo paese.” (Vieni a ballare in Puglia)

    Non so se ha fatto più danni Jovanotti o Silvio er Banana a questa povera generazione X.
    Desolato ciao, erri

    Rispondi
  2. idiotaignorante

     /  agosto 6, 2008

    Quale sarebbe esattamente il problema? In ogni caso si risolve tutto ascoltandosi i Soilent Green a palla.

    Rispondi
  3. scott.ronson

     /  agosto 6, 2008

    erri: mi piace che dici “questa generazione X”, perché ormai dovremmo in effetti essere alla terza generazione X. Manco fossero gli anni novanta marvel.

    i.i.: ero quasi tentato di scrivere il post con incorporato un tuo commento, che non sarebbe stato lontano da questo 😛

    (cmq il problema è che si tratta di una canzone che prende a mattonate sul grugno il mito dell’Apulia Felix tutta taranta, sole, mare, friselle, ganja. Però avendo una forma musicale taranta, sole, mare, friselle, ganja è probabile che i più fessi equivochino)

    Rispondi
  4. anonimo

     /  agosto 7, 2008

    Puoi starne certo…
    la stessa cosa accadde qualche anno fa quando quasi tutti i “costantini” d’Italia andavano in giro con lo stereo a palla che gridava:”siamo fuori dal tunell le le le…”
    A prendere per il culo gente simile non c’è neanche gusto.

    Flavio

    Rispondi
  5. idiotaignorante

     /  agosto 7, 2008

    Ah, quelli che hanno fatto il mito del Salento Giamaica italiana! Vorrei che Ted Nugent se li portasse dietro in un survival camp invernale, vedrai se gli passano le ruzze…

    Rispondi
  6. anonimo

     /  agosto 7, 2008

    Ciao Alessandro!

    Bellissima la frase finale della canzone:
    “O Puglia Puglia mia tu Puglia mia, ti porto sempre nel cuore quando vado via e subito penso che potrei morire senza te.
    E subito penso che potrei morire anche con te.”

    E’ il dolore di tutti i Pugliesi (specie di quelli come me costretti ad andare a lavorare fuori)…

    Non credo che Caparezza volesse prendere a mattonate il mito, ma esprimere questo dolore nel vedere una terra bella come la nostra, così maltrattata e malridotta dallo sfruttamento oltre ogni limite delle sue risorse, dall’industrializzazione selvaggia, dalla mafia… colpa anche dei peggiori fra i nostri concittadini…

    PS attenti, un pugliese può parlar male della Puglia, ma guai se si permetta a farlo qualcuno che pugliese non è 😛

    Angelo

    Rispondi
  7. scott.ronson

     /  agosto 7, 2008

    Flavio: chiaro. Più indietro nel tempo, Born in the USA usata nella campagna presidenziale di Ronald Reagan è l’archetipo.
    Di questo passo i nazi si cinghiamattanzeranno ascoltando “rigurgito antifascista”.

    Angelo: sì, bene o male è quello che sento da altri miei amici pugliesi. A me la canzone sembra che voglia smontare appunto un’immagine un po’ oleografica della Puglia (che però forse a ben vedere è più specifica del Salento). In questo senso parlo di mattonate al mito.

    Rispondi
  8. anonimo

     /  agosto 7, 2008

    Durante la presentazione dell’ultimo Eymerich alla Feltrinelli sotto le due torri, Evangelisti raccontava di essersi imbattuto una volta in un gruppo di Nazi che gli avevano fatto un sacco di complimenti… :O

    Angelo

    Rispondi
  9. Todomodo

     /  agosto 7, 2008

    La vera mattonata però l’hanno data con l’affair Vendola, ahinoi.

    Rispondi
  10. scott.ronson

     /  agosto 7, 2008

    Angelo, pare che lo stesso succeda anche a Cornacchione, fermato per strada da elettori di FI che si complimentano con lui perché dice le cose come stanno. E sarei pure curioso di vedere che faccia farebbe Tolkien a vedersi comparire davanti un naziskin di Casa Pound che gli fa i complmenti.

    Todo, il congresso di Rifondazione non esiste. E temo nemmeno più Rifondazione.

    Rispondi
  11. idiotaignorante

     /  agosto 7, 2008

    Povero Tolkien, quante gliene fanno passare…
    Su Rifondazione, non mi pare ‘sta gran perdita.

    Rispondi
  12. scott.ronson

     /  agosto 7, 2008

    no, in effetti no.

    Rispondi
  13. Torgul

     /  agosto 8, 2008

    Dite, dite, ma quando il PD correrà compatto sull’Aventino, non dite che non ve lo avevo detto…

    P.S. Vendola-Bertinotti sarebbero corsi appaiati al Uolter per non sfigurare, Ferrero c’ha preso casa l’hanno scorso, sull’Aventino…

    Rispondi
  14. PF1

     /  agosto 8, 2008

    Il 90% di chi ascolta musica non si accorge neanche che in alcuni pezzi viene preso per il culo dal pezzo stesso… Non so se è un bene o un male però…
    Perchè un po’ di consapevolezza ad alcune persone non farebbe malaccio…

    Rispondi
  15. jester24

     /  agosto 8, 2008

    E’ un po’ il destino del mitico capa, quello di essere frainteso. E’ accaduto anche con fuori dal tunnel, lui è convinto che la gente ascolti le parole, ma queste generazioni, aimè non sono sempre abituate a farlo. Un suo grande fan mi raccontava che chattando con una ragazza, questa diceva, era convinta, che vieni a ballare parlasse di feste e discoteche. In realtà ballare= morire nella canzone. E si parla di morti bianche. Capa usa l’ironia, quasi sempre, ma la verità è che i ragazzi, molti di loro, non sanno neanche cosa sia e arriva solo il primo significato, non la metafora. E’ un problema? per me no e neanche per capa. Chi capisce, bene, perchè si diverte il doppio e pensa un po’ di più, gli altri si fottano, semplicemente. E continuino ad ascoltare canzoni in inglese di cui non capiscono nulla, oppure canzoni di tradimenti e fine di amori eterni.

    Rispondi
  16. jester24

     /  agosto 8, 2008

    A proposito, a settembre uscirà il singolo abiura di me. Per molti sarà quella canzone che parla dei videogiochi. Scommettiamo?

    Rispondi
  17. Uriele

     /  agosto 8, 2008

    io più che pensare al PD, terrei d’occhio il calendario… Fra sei mesi ho paura di brutte sorprese, l’esercito a fare ronde miste per “l’emergenza sicurezza” per un periodo “provvisorio” mi preoccupa non poco. Soprattutto date le fantomatiche “regole di ingaggio” che nessuno conosce.

    Rispondi
  18. scott.ronson

     /  agosto 11, 2008

    PF1: pensa che c’è gente che crede che Every Breath You Take sia una dolce canzone d’amore (e non un feroce inno alla gelosia)

    jester: cmq già immagino il remix a uso e consumo dei villaggi vacanze: prendi l’intro e poi tieni solo i ritornelli pompandoli un po’ e…voilà!
    (adesso, scusa, ma sto giocando ai videogames) (no, sul serio, io a sentire citare Ghost n’ Goblins mi sono un po’ commosso)

    uriele: ah, beh, ma lì ormai non c’è più da preoccuparsi. Ce l’abbiamo nell’intestino tenue, ormai.

    Rispondi
  19. anonimo

     /  agosto 17, 2008

    perdindirindina!!

    ho letto il testo e cita TUTTI videogiochi che ho giocato!!!! (e quasi sempre finito!!!)

    kars^^

    Rispondi
  20. anonimo

     /  agosto 30, 2008

    Sono stati fraintesi la Bibbia ed ill Corano, per non parlare di MArx o Nitzche (se scrive così?) figuriamoci un po’ delle canzonette di 3 minuti,
    Onestamente poi c’è da dire che Caparezza fa di tutto per farsi fraintendere, se fai video divertenti, con Albano a fare un cameo, il testo velocissimo e la ritmica pulsante non ti puoi lamentare che il senso vada un po’ perduto.
    E forse ci fai anche un poco, mi sa.
    Io sinceramente ho impiegato almeno 5 ascolti a capire minimamente il testo.
    Più che Jovanotti i danni gli hanno fatti Vasco Rossi e i suoi esegeti, a parer mio.
    Ciao, Pablo

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Continua su Buoni Presagi
  • Articoli Recenti

  • Archivi

  • Categorie

  • Meta

  • Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: