Lo confesso: sono tentato di comprare Libero, oggi, perché un quotidiano nazionale con la parola “gnocca” nel titolo principale della prima pagina meriterebbe di essere conservato per i posteri.
Tra l’altro l’articolo di fondo sulle mail di spam e il terrorismo sembra promettere grandi cose.

Per quanto riguarda le intercettazioni, mi preme solo sottolineare l’oculata scelta della musichettina d’attesa da film porno usata dal centralino dell’ufficio di Berlusconi.

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

10 commenti

  1. giba1985

     /  giugno 27, 2008

    Ho avuto un’idea pazzesca, ma bisognerebbe trovare qualcuno col fegato buono: fare come Gunter Walraff, lavorare (fare uno stage, collaborare, fare il correttore di bozze…) qualche mese a Libero sotto falsa identità e svelarne le magagne.

    Rispondi
  2. scott.ronson

     /  giugno 27, 2008

    Mah, “Libero” è nel suo essere un giornale dichiaratamente per stronzi uno dei giornali più onesti e trasparenti che venga pubblicato in italia.
    Secondo me sarebbe più interessante farlo in giornali come Corriere o Repubblica, un esperimento del genere.

    Rispondi
  3. anonimo

     /  giugno 27, 2008

    ci stiamo lavorando… ci stiamo lavorando…

    Rispondi
  4. anonimo

     /  giugno 30, 2008

    OT clamoroso, ma necessario…

    GRAZIE PER IL PEZZO DI STEVE VAI SU TUMBLR. Sempre sia lodato.
    Vai mi mette sempre in ginocchio, cazzo.

    ciao

    Rispondi
  5. scott.ronson

     /  giugno 30, 2008

    ed: eheheh, il guitar duel di quel film è uno dei momenti più (inserire aggettivo a scelta) della carriera di Stefano Go.
    🙂

    Rispondi
  6. seaweeds2

     /  giugno 30, 2008

    E poi si dice che non esiste la satira di destra.
    Eccola.
    Non sarà Cuore, però…

    Rispondi
  7. scott.ronson

     /  giugno 30, 2008

    Propongo “Sfintere”.

    Rispondi
  8. GattoVI

     /  luglio 1, 2008

    Ecco, a voi etero basta poco per abbindolarvi 😉

    Rispondi
  9. scott.ronson

     /  luglio 1, 2008

    Sì, no, in realtà l’interesse è per le condizioni dell’enunciazione, più che per l’enunciato.
    Sembra quelle cose tipo Bono che per un giorno fa il direttore di, boh, The Independent. Solo che in questo caso la guest star deve essere stata Vasco. O l’imitazione di Grignani (come mi suggerivano ieri).

    Rispondi
  10. anonimo

     /  luglio 2, 2008

    Sono andato a controllare sul loro sito perchè non ci credevo…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Continua su Buoni Presagi
  • Articoli Recenti

  • Archivi

  • Categorie

  • Meta

  • Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: