Dall’Iràn al padovàn

(i più irriguardosi completino da soli la rima)

In Iran, una studentessa accusa un docente (tra l’altro uno di quelli incaricati della "moralizzazione dei giovani") di molestie. Vengono arrestati entrambi: lui per avere commesso il fatto, lei per averne parlato. E pare che la posizione del locale procuratore sia che rivelare l’esitenza di certi crimini sia peggio che commetterli.

Nel padovano, invece, il vescovo si è preso la briga (e di certo il gusto) di accompagnare alla porta durante la messa il giornalista che aveva scoperto la storia del prete che aveva una relazione (e poi un figlio) con una donna. I giornali non dicono se dopo la sceneggiata ("Qui comando io e tu non ci puoi stare") qualche altro fedele abbia abbandonato la funzione in segno di protesta. Ne dubito, comunque.

Tacere, sopire, troncare.

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

7 commenti

  1. giba1985

     /  giugno 23, 2008

    Io mi sono immaginato il prete reagire così: http://it.youtube.com/watch?v=71tCV3ItTr0

    😛

    Rispondi
  2. anonimo

     /  giugno 23, 2008

    onestamente… finchè si tratta di adulti consenzienti che hanno un figlio, la cosa non mi pare tanto scandalosa, anche se è un prete, e dovrebbe essere privata… mi fa più paura un uomo che non tromba mai nè scarica la tensione “di polso”

    Il celibato già non mi sembra sia indispensabile (anche perchè, da quanto mi rocordo dalle scritture, non è un dogma, ma solo tradizione della Chiesa), ma l’astinenza totale è una stronzata: se uno vuole lo può fare come scelta personale, come il voto del silenzio, ma che sia imposto a tutti i sacerdoti per me è sbagliato.
    Non sono credente (agnostico per l’esattezza), ma secondo me un padre spirituale dovrebbe essere un uomo che racconta il divino vivendo nel mondo degli uomini. Non è forse naturale e umano, accoppiarsi o provare odii, antipatie e amori per qualcuno piuttosto che per qualcun altro?!

    Rispondi
  3. Comedian

     /  giugno 23, 2008

    …manca il consiglio giusto da dare a tutte/i!

    Rispondi
  4. scott.ronson

     /  giugno 23, 2008

    #2: mmm, da come l’ho impostata sembra che in qualche modo condanni il prete con prole. Non è così, in linea di massima. Per quanto poi il celibato dei preti sia (oltre che una norma introdotta per limitare il nepotismo, se non ricordo male) una questione tutto interno alla chiesa nel quale, tutto sommato, non mi sento di mettere il becco. Nessuno viene costretto (spero non più) a scegliere la vita clericale e sa a cosa va incontro e a che deve rinunciare.
    Che poi se uno vuole servire Dio e al contempo avere una vita come tutti gli altri, il protestantesimo l’hanno anche inventato apposta, più o meno (se il buon Torgul me la passa).

    Rispondi
  5. Uriele

     /  giugno 23, 2008

    Diciamo che c’erano altri motivi più importanti nel protestantesimo e, come tutti sappiamo, in passato il fato di non potersi sposare non ha limitato il nepotismo…
    Il fatto di andare a dar fastidio per un fatto di “gossip” (non era pedofilia, non era una vendita delle indulgenze e neppure un reportage sulla corruzione nella sacra rota) mi fa un po’ strano, ma si vede che la gregoracci non stava trombando nessuno al momento…
    Non so è che in un certo senso mi sembra che ci si impunti su “boiate” quando si parla di istituzioni religiose, piuttosto che concentrarsi su fatti molto più gravi come la corruzione o il nascondere reati penali.

    (il 2 ero io)

    Rispondi
  6. scott.ronson

     /  giugno 23, 2008

    Sì, lo so. Era una battuta.
    Adesso fa troppo caldo per esprimere compiutamente il perché, ma secondo me sono queste deviazioni dall’ortodossia (do you remember Milingo?) che fanno tanto infuriare e preoccupare CEI e soci, più che i crimini. Forse perché questi ultimi, invochi il complotto, le forze del maligno, chiedi perdono, paghi, rispondi a muso duro, boh, li gestisci, in qualche modo.
    L’idea che da dentro alla Chiesa ci siano delle devianze rispetto alle direttive invece è forse meno gestibile. Però fa caldo, magari dico cazzate.

    Rispondi
  7. Uriele

     /  giugno 24, 2008

    Se hai una mezz’ora ti potrei consigliare un ottimo documentario animato che spiega il rapporto fra chiesa e pedofilia:

    http://allsp.com/loading.php?url=l.php?id=e87

    (fa caldo, molto caldo e una risata cattiva può comunque smuovere un po’ d’aria)

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Continua su Buoni Presagi
  • Articoli Recenti

  • Archivi

  • Categorie

  • Meta

  • Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: