Alla fin della Fiera

Oh, sarà che lo Stato di Israele non aveva fatto un buon viaggio, ma alla Fiera di Torino è stato tutt’altro che brillante, come ospite d’onore.
Quest’autunno a Francoforte, alla Buchmesse, lo stand dei paesi baschi era un grande spazio aperto in mezzo a uno dei padiglioni degli editori stranieri. Tu passavi lì in mezzo e ti riempivano di biscottini, depliant, cartoline, addirittura un romanzo breve tradotto in tedesco e distribuito gratuitamente. Esattamente il genere di cose che fai quando devi promuovere la tua editoria all’estero.
Lo stand israeliano alla fiera di Torino, invece era più o meno una fedele replica di Israele. Non nello stesso senso in cui lo stand della Regione "del" Veneto (sic) era la replica in scala del caffè Pedrocchi di Padova, però. Niente Tempio di Re Salomone, Muro del Pianto o chissà cos’altro.
Semplicemente, lo stand israeliano era una scatola rettangolare, addossata per due lati ai muri esterni del padiglione e con una sola, stretta, entrata sul più corto dei due lati restanti. Stretta entrata guardata a vista da due energumeni.
Così, quando il vostro, dopo aver confrontato la coda davanti al bagno delle donne e davanti al cesso degli uomini ha pensato di andare a curiosare là (per una curiosa associazione mentale con quella di preghiera ebraica nella quale ringrazi D-o [così facciamo contenti gli ortodossi] per non averti fatto nascere donna), mi sono trovato davanti a un muro, fisico e umano. E mi è passata completamente la voglia di dover oltrepassare i due energumeni per sentirmi soffocare pigiato tra altra gente.
Come me, immagino che avranno fatto in moltissimi.
Quindi alla fine, figura di merda con l’Egitto (che doveva essere l’ospite di quest’anno prima che si prendesse a bordo Israele per festeggiare i 60 anni della sua fondazione*), gran fresatura di palle, solidarietà pelosa e reazioni sdegnate contro non si sa bene cosa, tutto questo per avere in fiera un branco di paranoici asserragliati nel loro fortino. Bravi, no davvero.

a.

* tra l’altro, Israele nasce dopo una lunga campagna di azioni terroristiche sia contro le truppe inglesi di stanza in Palestina che contro le popolazioni arabe presenti. Curiosamente, anni dopo, tra i discendenti di queste ultime, si è fatta largo l’idea che uno stato lo ottieni ammazzando altra gente. Guarda te i casi della vita.

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

3 commenti

  1. giba1985

     /  maggio 12, 2008

    diciamo che l’allestimento della Fiera (prima volta che ci andavo) ha lasciato a desiderare. Non c’era uno spazio tranquillo per leggere, dei divanetti, un’area silenziosa e non trafficata…proprio un suk del libro.

    Rispondi
  2. anonimo

     /  maggio 12, 2008

    E parliamo inoltre della genialata di mettere in programma, rigorosamente nello stesso orario, una tavola rotonda e un concerto amplificato a palla in stand distanti 15 metri tra loro…la mia fiera è durata 5 ore, il tempo necessario a procurarmi un’emicrania da urlo. bah bah… però vedere Torino è stato stupendo! e anche rivedere un po’ di persone…uff, potevi venire sabato, però! Sì

    Rispondi
  3. scott.ronson

     /  maggio 15, 2008

    Giba: l’unico posto dove stare tranquilli (un minimo) è fuori dai padiglioni. O forse nel terzo padiglione, quello delle robe assurde (esercito, case automobilistiche, ecc ecc) se non ci sono spettacoli alla Rai.

    Silvia: non sabato non potevo, sennò venivo 😉

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Continua su Buoni Presagi
  • Articoli Recenti

  • Archivi

  • Categorie

  • Meta

  • Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: